Concorso scuola 2016: forse bando rinviato, ultime notizie sugli intoppi sopraggiunti

Possibile doccia fredda per le decine di migliaia di italiani che da settimane sono in attesa di conoscere il bando relativo al concorso scuola 2016, il concorsone con cui si punta a selezionare oltre 60mila docenti da far entrare poi in cattedra a partire dal mese di dicembre. Il maxiconcorso era stato fin da subito indicato come uno dei capisaldi della spinta riformatrice che il governo sta conducendo su tutto l’universo dell’istruzione.

Appena una settimana fa era stato lo stesso ministro Giannini ad affermare che l’obiettivo dell’esecutivo era quello di rispettare un calendario di marcia molto rigoroso che prevedeva già ai primi di febbraio la pubblicazione del bando relativo a requisiti, prove e criteri di selezione che sarebbero statoi applicati nel maxiconcorso. La pubblicazione del bando è chiaramente elemento senza il quale il concorsone è di fatto solo sulla carta nel senso che, ai fini di legge, non risulta essere neppure stato indetto, visto che impegni e dichiarazioni dell’esecutivo non hanno alcun valore.

A lanciare la notizia secondo cui potrebbe essere possibile uno slittamento del lancio del bando è stato il supplemento del Sole 24 Ore, Scuola 24, che si è limitato a fare due conti alla luce di quelle che sono le poche notizie disponibili. In pratica sembrerebbe che il rinvio si sia reso inevitabile alla luce della mancata formazione delle commissioni, alla mancata promulgazione del decreto ministeriale da pubblicare sulla valutazione nonchè all’assenza di definizione del processo di valutazione. Insomma i nodi irrisolti sembrano essere decisamente più di uno e inevitabilmente, visto e considerato che siamo già a fine gennaio, il rinvio della pubblicazione del bando non sarebbe più una ipotesi da scartare. Secondo Scuola 24 il rinvio sarebbe inoltre a data da destinarsi. Insomma alla beffa si aggiungerebbe la beffa per i tanti che attendevano con ansia il nuovo concorso scuola. Ad ogni modo quelle lanciate da quotidiano di Confindustria sono solo delle indiscrezioni che non sono state confermante, ma il sospetto che ci sia qualcosa di vero lo si ha anche guardando solo il calendario.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *