Home / Lavoro / Microsoft promette stipendi più alti per trattenere i suoi talenti

Microsoft promette stipendi più alti per trattenere i suoi talenti

La Microsoft ha promesso un aumento di stipendio ai suoi dipendenti, al fine di convincere i preziosi “talenti” a continuare a lavorare per lei e a volersi migliorare per far progredire il colosso dell’informatica.

“Attraverso la nostra storia, noi siamo stati il trampolino di lancio nel mondo dell’informatica,  dove la gente trovava differenti software, macchine ed altri servizi”, ha sottolineato, venerdì, il presidente del gruppo Microsoft, Steve Ballmer.

“E’ anche vero che oggi le tecnologie e i cambiamenti che vengono lanciati sul mercato, fanno in modo che Microsoft  continui  ad essere il luogo dove i migliori talenti riescono a cambiare il mondo”, ha aggiunto.

Un funzionario, interrogato, non ha saputo indicare l’ampiezza dell’aumento di stipendio e nemmeno se verrà applicato a tutti i 90mila lavoratori del gruppo Microsoft, come accadde con uno dei suoi principali concorrenti, Google, che a fine anno 2010 aveva accordato un aumento di stipendio a tutti i suoi impiegati.

Google, come Microsoft, sono in continua concorrenza, sempre impegnati a reclutare e a trattenere i talenti,  come gli ingegneri informatici,  ma anche persone con altri tipi di qualifiche, purchè con ottime doti e una propensione particolare all’ambiente informatico.

Wall Street Journal, aveva scritto in una nota, che  Steve Ballmer ha lasciato intendere che l’aumento economico è indirizzato soprattutto a migliorare i servizi di ricerca e sviluppo e agli impiegati di livello intermedio.

Leggi anche La disoccupazione resta alta ma le industrie sono alla ricerca di ottici, chimici e biotecnologi