Pensione lavoratore frontaliero

19 agosto 2011 09:550 commentiDi:

Il lavoratore frontaliero si differenzia dal tradizionale lavoratore migrante dal fatto di essere residente in uno Stato e di lavorare in un altro.

Mentre il secondo lascia il suo paese di origine, con o senza la sua famiglia, per abitare e lavorare in un paese diverso dal suo, il frontaliere ha una doppia cittadinanza nazionale per il luogo di residenza e il luogo di lavoro. 

Questi lavoratori andranno a versare i contributi per la pensione e le altre prestazioni presso l’Ente previdenziale del paese in cui lavorano.  


Frontalieri in Svizzera. Il cittadino italiano che lavora all’estero, pur avendo versato i contributi presso l’Ente elvetico, può optare tra la pensione svizzera e quella italiana. In questo caso, può richiedere, alla sede INPS competente per territorio, il trasferimento dei contributi versati in Svizzera.  

Un cittadino italiano che ha maturato il diritto alla pensione anche attraverso la contribuzione versata  in diversi paesi appartenenti all’Unione Europea, dovrà presentare la richiesta nel paese in cui vive oppure nellultimo paese in cui hai lavorato

Tale paese deve esaminare la richiesta del lavoratore e riunire i contributi pensionistici che risultano versati in tutti i paesi in cui ha lavorato. 

 Articolo correlato: Pensione anticipata per lavori usuranti

Ultimo aggiornamento 19 agosto 2011 ore 11,55






Tags:

Lascia una risposta