Buffer

Riduzione degli interessi sui contributi Inps non pagati

10 ottobre 2012 16:060 commentiViews: 319

Attraverso la circolare n. 112 del 14 settembre 2012 l’Inps ha comunicato che a partire dal 1° ottobre 2012 gli interessi di mora applicati sui contributi non versati verranno ridotti dal 5,0243% al 4,5504%, coerentemente con quanto fatto alcuni giorni prima dall’Agenzia delle Entrate, che con apposito provvedimento ha comunicato la riduzione di circa mezzo punto percentuale degli interessi di mora applicati in caso di tardivo pagamento delle  cartelle esattoriali a partire dal 1° ottobre 2012.

Sebbene sia stato l’Inps a darne comunicazione, il tasso applicato non viene stabilito dall’istituto di previdenza ma è determinato con cadenza annuale in base alla media dei tassi bancari attivi e comunicato mediante  apposito decreto del Ministero delle Finanze. L’ultima variazione del tasso risaliva al 1° ottobre 2011.

Gli interessi di mora oggetto della variazione annunciata dall’Inps, ricordiamo, si applicano una volta trascorsi 60 giorni dalla data di notifica della cartella, e variano quindi in base alla data in cui viene effettuato il pagamento e alla percentuale del tasso di interesse applicato in quel determinato periodo. Nella circolare viene infatti specificato che il comma 9 dell’art. 116 della legge 23 dicembre 2000, n.388, stabilisce che dopo il raggiungimento del tetto massimo delle sanzioni civili senza che il soggetto abbia provveduto all’integrale pagamento del dovuto, sul debito contributivo maturano interessi nella misura stabilita da apposto decreto del MEF.

Tags:

Lascia una risposta