Home / Lavoro / Scatti di anzianità del lavoratore

Scatti di anzianità del lavoratore

busta pagaGli scatti di anzianità (o aumenti periodici di anzianità) costituiscono una voce della retribuzione,  determinata dalla contrattazione collettiva ed erogata al compimento di una determinata anzianità di servizio del lavoratore, presso una medesima azienda.

Gli importi variano in base alla qualifica e vengono periodicamente incrementati a scadenze diverse, a seconda del contratto collettivo applicabile. Essi inoltre possono essere stabiliti in cifra fissa, oppure calcolati in percentuale su determinati elementi retributivi fissati dai contratti collettivi.

Passaggio di qualifica. Nel caso di progressione del lavoratore ad una categoria o livello superiore, gli scatti di anzianità devono essere assorbiti dal nuovo aumento e pertanto non possono essere riportati in cifra o conservati per intero.

Al riguardo, alcuni contratti prevedono espressamente che gli scatti vengono azzerati ed assorbiti nell’aumento collegato al passaggio di qualifica.

Qualora con questa operazione si configuri una minore retribuzione complessiva, dovrà essere attribuito un superminimo o aumentato quello esistente, fino a raggiungere la precedente retribuzione.

In altri contratti collettivi, il ricalcolo degli scatti avviene attraverso il seguente procedimento:

il valore complessivo degli scatti maturati  sino a quel momento si divide per l’importo corrispondente al nuovo scatto, determinando così il numero o la frazione di scatti cui ha ancora diritto il lavoratore.

Esempio: un lavoratore ha maturato due scatti per un totale di euro 20,66. Passa ad un livello superiore che comporta uno scatto di euro 20,66. Si dividono i due valori 20,66 : 20,66 = 1 il lavoratore passa al nuovo livello avendo maturato uno scatto di anzianità.

Assenze dal lavoro. Alcuni contratti fanno dipendere la maturazione degli scatti dal decorso dell’anzianità di servizio, pertanto questi maturano anche durante le assenze dal lavoro, dovute a ferie, malattia, infortunio e maternità. In altri contratti, invece, la maturazione viene collegata all’effettivo servizio del lavoratore.

Gli scatti di anzianità maturano durante i periodi di:

  • aspettativa non retribuita per ricoprire cariche pubbliche elettive o sindacali provinciali o nazionali,
  • aspettativa del dirigente sindacale,
  • servizio militare.
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *