Decreto liberalizzazioni: cosa cambia per l’auto

26 marzo 2012 10:290 commenti

Il Decreto liberalizzazioni ha ricevuto l’approvazione del Parlamento ed ora si aspetta solamente la pubblicazione della Legge in Gazzetta Ufficiale. Vediamo qui cosa cambia per l’automobilista, con modifiche che interessano le Rc auto, i taxi, i benzinai e non solo.

RCA – Ora per i rimborsi per i colpi di frusta servirà un esame strumentale, ci sarà anche una stretta sulle frodi con fino a cinque anni di reclusione, oltre a sconti per chi decide di installare la scatola nera in auto. Sarà più facile riscuotere in caso di furto o incendio inoltre è prevista la Rca unica in Italia per chi si trova in prima classe.

► LIBERALIZZAZIONI FARMACIE

TAXI – I Comuni decideranno l’aumento delle licenze, inoltre potranno esistere licenze part-time e lavorare oltre la propria area con autorizzazione del sindaco. La nuova Autorità dei trasporti fornirà un parere non vincolante, che potrà essere anche impugnato al Tar.

AUTORITÀ TRASPORTI – Potrà erogare sanzioni amministrative. Avrà la competenza nel settore dei trasporti e dell’accesso alle relative infrastrutture e ai servizi accessori.

DECRETO LIBERALIZZAZIONI TESTO DEFINITIVO

BENZINAI – I gestori potranno riscattare gli impianti a equo indennizzo, i gestori che sono anche titolari della relativa autorizzazione petrolifera potranno rifornirsi da qualsiasi produttore. Negli impianti potranno anche essere venduti prodotti alimentari e bevande, quotidiani e periodici, tabacchi negli impianti con superficie di almeno 500 mq.

Tags:

Lascia una risposta