A gennaio Pistorius sparò per sbaglio a un amico

18 febbraio 2013 17:170 commenti

Piove sul bagnato per Oscar Pistorius, dopo la pesante accusa di omicidio nei confronti della fidanzata Reeva.

Proseguono le indagini e continuano inoltre ad salire in superficie particolari scottanti.

Dettagli significativi che riguardano il rapporto che l’atleta paralimpico aveva con le armi.

Secondo Il Beeld, che è il quotidiano in lingua afrikaans che per primo aveva dato al pianeta la notizia dell’omicidio di Reeva, a gennaio Pistorius aveva sparato ad un amico. Un episodio accaduto all’interno di un affollato ristorante di Johannesburg.

Così è stata ricostruita la vicenda: il colpo è partito per sbaglio, ma il proiettile ha sfiorato Kevin Lerena. Lerena, pugile, è un amico personale di Pistorius ed era anche un amico di Reeva.

Questo particolare incidente è avvenuto per esattezza al Tashas in Melrose Arch.

La versione di Lerena

Il pugile Lerena commentò così l’accaduto: “Mi presi un enorme spavento perchè il proiettile arrivò a terra a pochi centimetri dalle mie gambe. Si trattò davvero di un incidente allucinante”. Il racconto del pugile, che era nel ristorante insieme a un gruppo di amici tra i quali Pistorius e la fidanzata è arricchito di altre puntualizzazioni: “La pistola apparteneva a un amico di Pistorius, di cui non voglio dire il nome. Oscar volle solo osservare l’arma, la strusciò contro i pantaloni, allentando la sicura. Partì un colpo. Non lo chiamerei negligente, perché fu proprio un incidente”. Successivamente, Pistorius si scusò con Lerena per giorni”. Pistorius era solito frequentare il Tashas, che infatti non denunciò l’accaduto alla polizia.

Tags:

Lascia una risposta