Afghanistan muore un altro militare italiano

12 luglio 2011 17:180 commentiDi:

Aveva solo 28 anni ed è l’ennesima vittima, che purtroppo, forse, non sarà destinata ad essere l’ultima, una tragedia, che ancora, a soli pochi giorni di distanza dall’ultimo prematuro lutto, va a a colpire un’altra famiglia di uno dei nostri giovani militari in missione di pace, in quel territorio, in quella zona cruenta, qual’è, ormai, l’Afghanistan.

Roberto Marchini, primo caporal maggiore, appartenente all’ottavo Reggimento Genio Guastatori Folgore di Legnago (Verona) è saltato su uno di quegli ordigni che era specializzato a disinnescare.

Oggi, con Roberto, di origine viterbese, le vittime sono diventate 40 dal 2004. Per lui, questo, era il suo ultimo giorno di missione in Afghanistan.


L’attentato è avvenuto questa mattina, a circa 3 chilometri a ovest dalla ‘Fob Lavaredo’, la base avanzata del contingente italiano nel distretto di Bakwa, nella ‘calda’ provincia di Farah.

Lo stesso distretto nel quale 10 giorni fa, esattamente il 2 luglio, è stato ucciso il caporal maggiore scelto Gaetano Tuccillo, anch’egli vittima di un ‘Ied’, uno di quegli ordigni esplosivi rudimentali ma molto potenti che mietono centinaia di vittime in Afghanistan, soprattutto tra i civili. Ancora poco chiara la dinamica.

“Per tutto il paese è un giorno tristissimo, di lutto e di dolore”. Unanime il cordoglio delle Istituzioni e del mondo politico. Il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, “appresa con profonda commozione la tragica notizia” della morte di Marchini ha espresso ai familiari “la gratitudine e il profondo cordoglio del Paese e i sentimenti della sua sincera partecipazione al loro grande dolore”.

Ultimo aggiornamento 12 luglio 2011 ore 19,10






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta