Al via le operazioni di recupero della Costa Concordia

16 settembre 2013 09:330 commenti

concordia-ridimensionata

Sono inziate alle ore 9 e 10, con tre ore di ritardo, le operazioni per il salvataggio della Costa Concordia. La rotazione del relitto, che tiene col fiato sospeso tutti i media del mondo, sarà trasmessa in diretta su molte televisioni e su diversi blog. Serviranno almeno sette ore per riportare in posizione la nave, stando ai calcoli dell’ingegnere Sergio Girotto. Successivamente, bisognerà dedicare del tempo alle verifiche. Durante la prima fase delle operazioni sarà importante verificare il grado di rispondenza tra le forze in campo e la risposta dello scafo.

Nel corso delle prove la Concordia si è mossa di circa 10 centimetri, ma non si è staccata dalla roccia. Il distacco è uno degli elementi più incerti, anche se la fase critica riguarda tutta l’operazione.


Ai giornalisti l’effettiva rotazione sarà annunciata tramite Sms. Essa sarà visibile dopo un paio d’ore dall’inizio del tiraggio. Nella notte, intanto, il tempo non è stato favorevole alle operazioni ma è tutto sotto controllo. Quando si arriverà a 65° gradi l’operazione potrà dirsi ‘completata’.

Si tratterà dunque di un conto alla rovescia scandito dai gradi della sua rotazione su stessa: la Costa Concordia, prima che si possa gridare al successo dell’operazione di ‘parbuckling’, dovrà raggiungere un primo raddrizzamento pari a 65 gradi. Oltre questa soglia, la messa in verticale del relitto proseguirà principalmente per inerzia, e l’avveniristico sistema di cavi e contrappesi dovrà solo accompagnare la Concordia sul falso fondale che la aspetta.






Tags:

Lascia una risposta