Allarme disoccupazione

18 gennaio 2013 23:180 commenti

Triste da dire e da pensare. Ben 2.000 persone al giorno perdono il posto di lavoro.

Il dato che traspare è a dir poco scioccante. Per qualcuno è solo la punta di un iceberg, ma i numeri in questione, messi in circolo da Uil, fanno riflettere. E molto.

► Il nuovo esecutivo non cancellerà la riforma del lavoro

Nello specifico, tuttavia, occorre prestare sempre parecchia attenzione alle notizie diffuse dai sindacati e dagli Enti.

In questo caso a parlare di questo triste dato numerico è Luigi Angeletti. Angeletti è il Segretario Generale dell’Unione Italia Lavoratori.

► 10 cose da sapere sulla riforma del lavoro

Angeletti chiarisce che la stima data a giugno di 1.000 posti persi al giorno è stata sin troppo positiva. Un ottimismo che con il passare dei mesi è diventato ingiustificato. In base ad una rilevazione più attenta e più approfondita, si evince secondo Angeletti, che dal 1° gennaio 2012 “Abbiamo perso 2.000 posti al giorno in media”.

Concentrandosi sulle stime di Angeletti, il portale Mondo Economia ha dichiarato che nel 2013 si passerà nel 2013 da 3 a 3,5 milioni di disoccupati.

► Monti vuole abolire Redditometro

In chiusura delle sue dichiarazioni poi, Luigi Angeletti ha fatto presente che “Stiamo letteralmente devastando le basi dell’economia. Se non c’e’ un cambiamento le prospettive sono micidiali”.

Tags:

Lascia una risposta