Americana morta. Carcere per il pirata della strada

8 ottobre 2011 10:160 commentiDi:

Custodia cautelare in carcere per il pirata della strada che ha investito e ucciso, senza prestarle soccorso, la giovane guida turistica americana, Allison Owens, 23 anni.

La decisione dell’arresto è arrivata dopo dieci ore di interrogatorio nei confronti di Pietro Stefanoni, 56 anni, agente di commercio di prodotti per l’edilizia, residente a Incisa Valdarno, ma originario del viterbese, ritenuto il responsabile della morte della giovane Allison.

Stefanoni, sposato e padre di due figli, è uscito dalla caserma dei carabinieri di San Giovanni, a capo chino ed è stato trasferito nella notte nel carcere fiorentino di Sollicciano.

L’uomo è accusato di omicidio colposo e di omissione di soccorso, per aver travolto la giovane americana Allison, domenica pomeriggio, mentre stava facendo jogging, sulla strada statale che unisce San Giovanni Valdarno e Montevarchi. Sbalzata nel fosso attiguo alla carreggiata, dalla Volvo verde dell’imprenditore, Allison è morta probabilmente all’istante e il suo corpo è stato ritrovato solo dopo tre giorni.


Il pirata della strada si è giustificato dichiarando che non si sarebbe accorto dell’incidente, perché proprio nel momento dell’impatto aveva avuto un colpo di sonno. Pertanto si sarebbe costituito proprio dopo aver appreso dai giornali e dalle tv che era stata ritrovata morta una giovane ragazza americana in una zona da lui transitata.

In ogni caso lo Stefanoni avrebbe avuto le ore contate, visto che la sua presenza sulla statale è stata ripresa dalle telecamere presenti sulla strada. Gli inquirenti avrebbero iniziato con l’incrociare i dati: marca dell’auto, targa, e altro, fino ad arrivare al carrozziere che aveva avuto l’incarico di riparare il danno provocato dall’impatto.

“Alla luce delle nostre indagini, quella di costituirsi è stata una scelta obbligata”, riferisce il colonnello Antonio Frassinetto, del comando carabinieri di Arezzo. E’ come se abbia voluto affermare “Per noi era solo una questione di ore”.

Articolo correlato: Americana uccisa pronto a costituirsi pirata della strada

Ultimo aggiornamento 08 ottobre 2011 ore 12,15






Tags:

Lascia una risposta