Anche tanti bambini tra i clochard della stazione di Milano

18 settembre 2014 11:370 commenti

Non è un vero e proprio servizio giornalistico ma la protesta di una consigliera di Forza Italia del Comune di Milano che ha segnalato la presenza di tanti bambini tra i clochard della stazione del Comune.

bambini2-ok_MGZOOM

Alla stazione centrale di Milano ci sono tanti bambini che dormono per strada. Lo scorso 15 settembre, Silvia Sardone, consigliere di zona di Forza Italia, li ha fotografati e poi ha dato le foto al Corriere della Sera. Bambini che dormono all’aperto, che sono senza tetto proprio come i “classici” clochard di cui si sente tanto parlare in questi giorni.

> Polemica per la tassa bolognese su senza tetto


Si ipotizza che questi bambini siano figli di profughi, siriani e non, che aspettano di riprendere il viaggio verso il nord Europa. I profughi, in questo momento, contano su una catena di solidarietà organizzata dal Comune e dalle varie associazioni di volontariato, che offre loro un posto per dormire e un pasto caldo.

bambini3_MGZOOM

> Showerbus, la soluzione che San Francisco propone per i clochard

Secondo la Sardone però, i bambini fotografati sembravano abbandonati a loro stessi e sembrano non aver usufruito della rete d’assistenza comunale. Mentre a Bologna si pensa ad una tassa sull’uso dei dormitori da parte dei clochard e mentre a San Francisco inventano lo shower bus, il Comune di Milano deve far fronte ad un problema urgente. Ecco il commento dell’assessore alle Politiche Sociali Majorino:

“Milano ha accolto sin qui 12 mila bambini. Nelle strutture che abbiamo allestito ne dormono centinaia a notte. Mentre Regione e governo ci lasciano soli e Grandi Stazioni non mette a disposizione nessun posto dignitoso. La situazione è intollerabile, ma bisogna sottolineare che di notte i bambini non dormono in Centrale”.






Tags:

Lascia una risposta