Andamento mercato auto giugno 2012

17 luglio 2012 11:190 commenti

L’Acea, l’associazione che riunisce i costruttori di auto del Vecchio Continente, ha comunicato questa mattina i dati relativi alle immatricolazioni del mese di giugno 2012, risultati per nulla incoraggianti e che confermano ulteriormente il difficile momento che il settore auto si trova ad affrontare, nonché l’incidenza della crisi economica anche sull’acquisto di beni durevoli da parte dei cittadini europei, soprattutto di quelli residenti nei paesi considerati più a rischio.

Durante lo scorso mese, in particolare, le vendite di nuove auto in Europa sono calate del 2,8% toccando gli 1,202 milioni di unità, ovvero il livello minimo degli ultimi otto mesi. Per quanto riguarda l’andamento nei singoli paesi, rialzi sono stati registrati in Germania, dove le immatricolazioni di auto sono cresciute del  2,9% (296.722 veicoli venduti), e in Gran Bretagna, dove è stato addirittura registrato un incremento del 3,5% (189.515 veicoli venduti). In Francia, invece, sono state registrate 208.909 immatricolazioni, con una leggera flessione dello 0,6%, mentre in Italia le vendite sono crollate del 24,4% a 128.388 veicoli, un calo peggiore di quello registrato in Spagna (-12,1% a 73.258 veicoli).

Per quanto riguarda invece i singoli costruttori, a resistere più di tutti alla crisi è Volkswagen, le cui vendite sono salite del 2,8% a 286.109 unità, mentre Psa Peugeot Citreon ha registrato un calo dell’8,6% con 148.172 automobili vendute. male anche per Fiat, che lo scorso mese ha immatricolato 79.927 vetture, con un calo tendenziale del 16,7%.

Tags:

Lascia una risposta