Antico calendario Maya scoperto in Guatemala

14 maggio 2012 09:380 commenti

Secondo i calcoli dei calendari dei Maya il mondo finirà il 21 dicembre 2012, ma a confutare una delle più diffuse credenze popolari nel corso degli ultimi anni, arriva un’incredibile scoperta. A diffondere la notizia la rivista Science che riporta quanto scoperto da un gruppo coordinato dall’archeologo William Saturno, della Boston University e di cui fa parte anche l’italiano Franco Rossi.

Nel complesso archeologico di Xultun in Guatemala, all’interno di un tempio è stata scoperta una stanza completamente affrescata. Si tratta di una stanza molto antica, risalente al IX secolo dopo Cristo, che raffigura numerose figure umane vestite con uniformi nere e cicli lunari e planetari ricchi di appunti sui diversi cicli astronomici.  Viene illustrato il calendario cerimoniale di 260 giorni, il calendario solare di 365 giorni, il ciclo di 584 giorni del pianeta Venere e il ciclo di 780 giorni di Marte.

TEMPESTA SOLARE IN ARRIVO

Si tratterebbe in pratica degli appunti, rinvenuti per la prima volta, di uno scriba intento a custodire i documenti dei Maya. La scoperta conferma anche che non ci sia alcuna segno che il mondo finirà nel dicembre 2012: si tratta semplicemente di una data in cui termina solo uno dei cicli del calendario. È solo la fine di un ciclo e l’inizio di un altro che si ripeterà sempre allo stesso modo. La stanza dello scriba è una scoperta eccezionale anche considerando che i Codici Maya finora conosciuti e studiati risalgono a un periodo di tempo che va dal 1300 al 1500.

Tags:

Lascia una risposta