Apple vende contratto fondazione per 1,22 milioni di euro

14 dicembre 2011 13:320 commentiDi:

Due mesi dopo la morte dell’emblematico proprietario di Apple, Steve Jobs, il contratto fondatore dell’impresa  creato nel 1976 è stato venduto all’asta, ieri martedì per 1,59 milioni di dollari (1,22 milioni di euro), cioè dieci volte il suo prezzo stimato.

Il contratto è stato oggetto di una concorrenza selvaggia, tra sei acquirenti, in occasione di una vendita organizzata per telefono e on line, ha precisato la casa Sotheby’s. Il lotto, stimato in 150.000 dollari, è ritornato ad Eduardo Cisneros, presidente del gruppo omonimo, una società di media venezuelana.


Questo contratto ha segnato la creazione di Apple Computer Company, della quale il 45% era, allora, assegnato a Steve Jobs, il 45% a Steve Wozniak e il 10% a Ronald Wayne. Quest’ultimo, alcuni giorni più tardi, rinunciò di lanciarsi in quest’avventura iniziata nella sua infanzia. Ricevette inizialmente 800 dollari, quindi un nuovo pagamento di 1.500 dollari per il suo 10%, oggi valorizzato intorno ai due miliardi di dollari. Lui stesso aveva venduto questi documenti ad un collezionista privato nel 1994.

Cacciato dalla Apple nel 1984 per un conflitto di poteri, Steve Jobs vi ritornerà 12 anni dopo per diventare il “protagonista” del colosso mondiale, colui che ne farà uno dei simboli più apprezzati e invidiati dal mondo intero.

Ultimo aggiornamento 14 dicembre 2011 ore 14,32






Tags:

Lascia una risposta