Arresto figlio camorrista ‘Sandokan’ reggente dei Casalesi

21 gennaio 2013 10:580 commenti

Un altro passo in avanti importante nella lotta contro la criminalità organizzata. Carmine Shiavone, figlio del boss dei Casalesi e attuale reggente del gruppo, è stato fermato dai Carabinieri di Casal di Principe con l’accusa di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

 Roberto Saviano racconta omicidio Scampia

L’arresto è avvenuto stamattina. Carmine è il figlio di Francesco detto ‘Sandokan’ Shiavone, superlatitante arrestato sempre a Casal di Principe l’11 luglio del 1998.

Il boss, malgrado si trovi in galera da quindici anni, è ancora reputato il numero uno della cosca di Casal di Principe.

‘Carminotto o staffonte’, questo il soprannome del figlio di Sandokan, al momento dell’arresto è stato trovato in possesso di 8.000 euro in contanti.


ARRESTO

Delle sue abitudini non si sa molto. Una è certa: frequentava spesso locali notturni nella zona di Aversa.

►Catturato Michele Zagaria boss dei Casalesi

Gli inquirenti lo avevano individuato proprio in uno di questi, al centro del Paese, mentre era in riunione con alcuni esponenti della cosca. Schiavone si trovava nel locale con il titolare dello stesso, nonché con due pregiudicati di Casal Di Principe.

L’arresto di Schiavone è avvenuto alle 6.00 del mattino. Carmine ha provato a fuggire dal retro, ma i carabinieri lo hanno bloccato al termine di un’ora di inseguimento a piedi tra i vicoli.

Schiavone si è ‘congratulato’ con loro al momento della cattura: “Siete stati bravi”.

Il tenente dei Carabinieri di Casal Di Principe ha considerato questo colpo molto importante, e si augura sia uno stimolo per coloro che pagano il pizzo e subiscono estorsioni a sporgere denuncia.

Carmine va in carcere, dunque. Farà compagnia agli altri figli del boss ‘Sandokan’. Ivanhoe, Emanuele e Nicola Schiavone sono già detenuti.

 






Tags:

Lascia una risposta