Asili di Milano, via libera ai figli dei clandestini

2 febbraio 2012 08:470 commenti

Sta facendo molto discutere il contenuto della nuova circolare della giunta arancione di Giuliano Pisapia, sulle iscrizioni a nidi e materne comunali milanesi, che permetterà ai figli di immigrati irregolari di poter usufruire di queste strutture senza limitazioni. Maria Grazia Guida, vicesindaco del capoluogo lombardo, spiega che c’è stato un vero e proprio cambio di mentalità rispetto alla precedente amministrazione di Letizia Moratti, infatti ora tutti i bambini avranno uguali diritti, mentre prima le iscrizioni di irregolari venivano accolte con riserva.

La scelta ha scatenato subito uno sciame di polemiche, infatti alcuni esponenti della Lega sono certi che questo provvedimento sia un modo per istigare all’illegalità e che molti clandestini useranno questo pretesto per rimanere in Italia in modo irregolare.

Matteo Salvini, capogruppo della Lega, afferma che i bambini non si toccano, ma che la scelta della giunta Pisapia è un pessimo segnale per la comunità milanese perché incentiva la clandestinità facendo perno sui futuri piccoli ospiti degli asili. Oltre a questa importante novità, il comune da quest’anno pubblicherà una sola graduatoria e metterà online anche la disponibilità di posti di ciascuna scuola, in modo tale che le famiglie possano decidere dove mandare i propri figli a scuola. Verrà assegnata massima priorità ai disabili, ai gemelli, ai bimbi in tutela al Comune e ai figli di disoccupati in cerca di lavoro, precari, ricercatori e lavoratori part-time.

Tags:

Lascia una risposta