Autopsia di Whitney Houston secretata

13 febbraio 2012 10:120 commenti

È stata completata l’autopsia sul corpo della cantante Whitney Houston, scomparsa a 48 anni, ma resta ancora il mistero sulle cause della sua morte.

I risultati dell’autopsia sono stati secretati per motivi di sicurezza su richiesta della polizia. Sarebbe però da escludere l’ipotesi di omicidio: sul corpo della cantante non sono stati trovati segni di violenza che possano far pensare a una caduta o a un episodio violento. Sembra che il corpo della cantante sia stato trovato nella vasca da bagno, poi è stato rimosso in attesa dei paramedici che hanno provato, inutilmente, a rianimarla. Secondo le prime indiscrezioni la Houston sarebbe annegata nella vasca da bagno in seguito a un mix di antidepressivi e alcool che le sarebbe stato fatale. Ma l’ufficio del medico legale non ha né confermato né smentito le indiscrezioni non fornendo neppure informazioni sul tipo di medicine trovate nella stanza della cantante.


I risultati saranno resi noti solo tra qualche settimana, da sei a otto. Whitney Houston è stata trovata morta l’altro ieri nella sua camera d’albergo al Beverly Hills Hotel alla vigilia dei Grammy Awards, gli Oscar della Musica che nel 1986 a 23 anni, l’avevano consacrata come la nuova stella del soul mondiale. In occasione della cerimonia dei Grammy che si è tenuta ieri, le è stato tributato un caloroso omaggio da tutte le celebrities presenti. In particolare, Jennifer Hudson ha cantato, accompagnata dal pianoforte, uno dei suoi maggiori successi, I will always love you, colonna sonora del film The bodyguard che segnò il suo debutto come attrice.






Tags:

Lascia una risposta