Ballerina romena uccisa a bastonate

30 gennaio 2012 08:370 commenti

Venerdì scorso avevamo raccontato la vicenda della ballerina 24enne uccisa a Macerata, mentre a distanza di pochi giorni ecco apparire in rete le prime informazioni certe su questa triste vicenda. Secondo le prime ricostruzioni Sandro Carelli, 57 anni, pensionato ed ex compagno della vittima, avrebbe promesso 1.500 euro a testa a Sebastian Capparucci  e Silvio Giarmanà, due disoccupati residenti a Porto Potenza,  per dare una lezione di vita alla ballerina di night.

A quanto pare sarebbe stato coinvolto nell’omicidio anche Valentino Carelli, figlio di Sandro, al quale sarebbe spettato il ruolo di palo nell’aggressione messa in atto la notte fra giovedì e venerdì nel condominio di Porto Potenza, dove la giovane donna abitava da circa un mese.

Al momento i quattro uomini sono stati fermati dai carabinieri con l’accusa di concorso in omicidio volontario aggravato da crudeltà e futili motivi, dopo aver appurato che il movente dell’omicidio è stata sicuramente la gelosia del 57enne. Carelli, secondo le prime ricostruzioni, avrebbe aiutato la donna economicamente perché convinto di essere ricambiato nei sentimenti, anche se purtroppo la ragazza nel frattempo ha sempre frequentato altri uomini e da poco aveva allacciato una relazione più stabile con un uomo più giovane. Francesca Pettinelli, legale di Carelli, racconta che il pensionato avrebbe chiesto ai tre di dare una lezione alla ragazza e che purtroppo la situazione è sfuggita di mano, anche se c’è il sospetto che la lezione dovesse essere definitiva, così come si è poi dimostrata.

Tags:

Lascia una risposta