Home / News / Barack Obama vince la sua battaglia sanitaria

Barack Obama vince la sua battaglia sanitaria

OBAMA

Il congresso ha approvato la scorsa notte, riforme radicali nel sistema sanitario degli Stati Uniti, che porteranno per la prima volta, una copertura sanitaria quasi universale in tutto lo stato americano.

Il nuovo disegno di legge, approvato con 219 voti favorevoli contro  i 212 contrari,  è stato accolto dal presidente Obama come “un pacchetto di riforme degno delle persone che sono state scelte dal popolo per governare”. Ricordando le promesse fatte durante la sua campagna elettorale del 2008, il presidente americano ha aggiunto con tono di sfida: “Questo è ciò che cambierà l’aspetto.”

Nelle sale del Congresso, contro le proteste degli attivisti, la legge è stata approvata dopo un anno di dibattiti rancorosi e dopo quasi un secolo di proposte fatte dai progressisti americani, già a partire dal 1912 con il presidente repubblicano Theodore Roosevelt.

940 miliardi di dollari serviranno per il provvedimento di estensione della copertura sanitaria per 32 milioni di persone che oggi ne sono prive, queste non correranno più il rischio di essere discriminate durante la loro malattia, pertanto sarà loro garantita qualsiasi cura medica.

I deputati democratici hanno festeggiato quando è stato approvato il progetto di legge, urlando “Yes we can”.

David Frum, un ex del precedente governo Bush, lo ha definito “la più schiacciante sconfitta legislativa dal 1960”.

Il testo del decreto è stato reso pubblico alle 4 del pomeriggio, qualche minuto più tardi il gruppo guidato da Bart Stupak del Michigan, ha dichiarato il proprio sostegno al progetto di legge, sottolineandolo “la riforma più ambiziosa sociale che abbia mai conosciuto l’America”.

Loading...