Batterio killer stop in Europa ai semi provenienti dall’Egitto

6 luglio 2011 08:520 commentiDi:

Stop all’importazione in Europa di semi e germogli provenienti dall’Egitto. La messa al bando decisa da Bruxelles è immediata e durerà fino al 31 ottobre; ad annunciarlo, la Commissione europea.  

La relazione pubblicata dall’Agenzia Europea per la Sicurezza dei prodotti alimentari (EFSA) stabilisce un legame diretto tra il lotto di fieno greco e l’epidemia di E.coli che ha colpito la Germania e la Francia. 

“La relazione ci porta a ritirare i semi e i germogli egiziani da tutto il mercato europeo e vietarne temporaneamente tutte le importazioni da questo paese”, dichiara John Dalli, Commissario alla Salute, precisando “Stiamo facendo un grosso lavoro per scoprire nel dettaglio dove questi semi siano arrivati e perché alcuni tipi contenessero il batterio. Abbiamo anche inviato un gruppo di esperti in Egitto, per approfondire questa pista”. 


Sono interessati tutti i semi e i germogli,  soprattutto quelli di leguminose, di fieno greco e di soia. 

I semi di fieno greco vengono normalmente utilizzati come alimento, come foraggio o come fertilizzante per l’agricoltura biologica. 

Il batterio killer ha causato 49 vittime e l’intossicazione di oltre 4000 persone soprattutto nel nord della Germania e a Bordeaux, in Francia. 

La Commissione europea ha decretato che tutti i lotti di semi importati dall’Egitto tra gli anni 2009 e 2011 devono essere distrutti. 

Articolo correlato: Batterio killer presente in un torrente di Francoforte

Ultimo aggiornamento 06 luglio 2011 ore 10,50

 

 

 






Tags:

Lascia una risposta