Benedetto XVI lascia per “età avanzata”

11 febbraio 2013 14:000 commenti

La notizia di questa mattina è di quelle che non passano di certo inosservate. Il Papa lascia il pontificato. Lo farà il prossimo 28 febbraio.

Il mondo intero si è svegliato chiedendosi il perché di questa decisione, che a molti appare improvvisa.

La notizia è rimbalzata da quotidiano a quotidiano, da social network a social network, nel giro di pochi minuti.

Le ragioni della scelta

Queste le parole pronunciate dal Papa, durante il concistoro per la canonizzazione dei due martiri di Otranto:


“Nel mondo di oggi, soggetto a rapidi mutamenti e agitato da questioni di grande rilevanza per la vita della fede – ha dichiarato il Pontefice – per governare la barca di san Pietro e annunciare il Vangelo è necessario anche il vigore sia del corpo, sia dell’animo”.

Le ragioni di questa scelta sono dunque da ricercare nella sua anzianità.

In passato, all’interno di un libro intervista, Benedetto Sedicesimo aveva detto: “Quando un Papa giunge alla chiara consapevolezza di non essere più in grado fisicamente, mentalmente e spiritualmente di svolgere l’incarico affidatogli allora ha il diritto e in talune circostanze anche il dovere di dimettersi”.

Un nuovo corso, dunque, sta per iniziare per la Chiesa. Il prossimo conclave stabilirà chi sarà il successore di Benedetto Sedicesimo.






Tags:

Lascia una risposta