Home / News / Berlusconi mantiene il sangue freddo con un contestatore

Berlusconi mantiene il sangue freddo con un contestatore

carlomagno

Un giornalista free lance (ossia che non fa parte di alcuna redazione, scrive articoli per testate giornalistiche diverse), che ha dichiarato di chiamarsi Rocco Carlomagno, presenziando ieri, ad una conferenza stampa di Silvio Berlusconi, ha cercato più volte di interrompere il convegno Pdl, ponendo domande inopportune e senza aspettare il proprio turno.

Il primo luogo il tono di Carlomagno era improntato sulla polemica e sulla ostilità e le domande da lui poste al Presidente, erano del tutto fuori luogo, quale il futuro del capo della protezione civile Guido Bertolaso. 

Carlomagno a quel punto è stato invitato ad attendere, perché altri giornalisti avevano alzato la mano prima di lui, inoltre non è un giornalista “Lei è fuori ordine, in questo momento non ha l’opportunità di intervenire” ha detto il premier.

Ma Carlomagno non ha smesso di disturbare, offendendo Bertolaso, Berlusconi dal canto suo, esortava il Carlomagno a desistere da questo comportamento villano e prepotente, soprattutto in un convegno che riguardava solo ed esclusivamente il PDL, inoltre il Presidente lo ha avvertito che sarebbe stato denunciato da Bertolaso, per le accuse gratuite a lui rivolte in quella sede.

A difesa del Premier, si è fatto avanti il ministro La Russa, il quale ha invitato il Carlomagno più volte ad uscire, ma senza alcun risultato. Pertanto, La Russa l’ha afferrato per la parte posteriore della giacca e ha cercato di farlo uscire.

Il giornalista free lance, ha dichiarato poi ai giornalisti, che avrebbe sporto denuncia contro La Russa per “aggressione”, sostenendo che il ministro gli aveva dato un pugno sul petto.

Il Popolo della Libertà ha detto in seguito che il signor Carlomagno non era un giornalista in buona fede, come aveva sostenuto, ma una attivista politico di sinistra, che si era guadagnato l’ingresso alla conferenza stampa sotto falsi pretesti, per portare scompiglio ed inutili interruzioni.

Loading...