Berlusconi sbigottisce Zapatero

Berlusconi e Zapatero

Prima lo saluta, poi lo definisce “uomo autorevole e coraggioso per la sua manovra ”lacrime e sangue”  predisposta per la terra spagnola, poi lo abbandona,  lasciandolo solo con i giornalisti.

Questo è quanto accaduto ieri, a palazzo Chigi, tra il nostro presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi e il suo omologo spagnolo,  Jose Luis Rodriguez Zapatero, così il primo ministro italiano è stato  protagonista di un piccolo incidente diplomatico al termine dell’incontro. 

Silvio Berlusconi, rompendo il protocollo,  che prevedeva una conferenza stampa congiunta con il primo ministro spagnolo, allontanandosi, lo ha lasciato letteralmente sbigottito. 

L’etichetta suggeriva che Berlusconi e Zapatero sarebbero dovuti uscire insieme dalla sala, in un secondo momento quindi, il premier spagnolo, sarebbe  rientrato da solo a palazzo Chigi,  per rispondere alle domande dei giornalisti spagnoli sulla sua visita alla Santa Sede. 

Ma il presidente Berlusconi, non tenendo conto del copione del protocollo,  in un primo momento ha precisato le misure economiche adottate dall’Europa per far fronte alla crisi,  sottolineando come la Ue abbia difeso l’euro e come il primo ministro spagnolo, abbia avuto un ruolo di primo piano, poi ha sconcertato tutti i partecipanti. 

Soprattutto Zapatero,  poiché alla conclusione del suo discorso, Berlusconi ha salutato il collega spagnolo lasciandolo solo davanti ai cronisti, con un commiato particolare: 

“Lascio l’amico Josè Luis alle domande dei giornalisti circa il suo incontro col Papa e mi congedo da lui come se fosse un santo, perché avendo avuto la benedizione del Santo Padre è in uno stato di grazia». Ha dichiarato il presidente Berlusconi, scambiandosi una stretta di mano con il suo ospite, prima di lasciare l’aula.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.