Home / News / Bestemmia sulla Rai: Freccero reagisce al Vaticano e ai politici bacchettoni

Bestemmia sulla Rai: Freccero reagisce al Vaticano e ai politici bacchettoni

Il consigliere di amministrazione della Rai , Carlo Freccero, dopo giorni di tiro a segno da parte del quotidiano della Santa Sede, Osservatore Romano, e da parte di molti esponenti di centro destra, contro quello che è avvenuto il 31 dicembre sera nel corso dello spettacolo sul Capodanno andato in onda da Matera, ha rilasciato durissime dichiarazioni invitando tutti a moderare i termini. Secondo Freccero quello che è avvenuto durante la diretta dalla Città dei Sassi, ossia la bestemmia apparsa in sovraimpressione e il conto alla rovescia partito due minuti prima, sono stati solo dei semplici inconvenienti, certamente da deprecare ma comunque inconvenienti che possono avvenire visto e considerato quella che è la portata dell’evento che la Rai ha messo in piedi dalla città lucana.

Carlo Freccero, quindi, non ci sta e va decisamente all’attacco. I suoi obiettivi sono due, alcuni politici del centro destra come quel Maurizio Gasparri che ha addirittura chiesto l’audizione del consiglio di vigilanza di Viale Mazzini, e il quotidiano della Santa Sede che nei giorni scorsi aveva pubblicato un lungo articolo titolato Fuori Controllo in cui si affermava che la Rai è prigioniera della Share e degli ascolti e che quanto avvenuto altro non era che un effetto della dittatura social che sta piegando anche la televisione pubblica.

Durissima la risposta di Freccero. Secondo il consigliere di Viale Mazzini vedere dei politici che hanno tempo di occuparsi di quanto avvenuto la notte di San Silvestro è davvero assurdo considerando il silenzio della politica sulla grave crisi economica in atto. L’invito di Freccero, rivolto a Renzi e a Berlusconi, è di cercare di imporre un atteggiamento più sobrio “ai loro nominati o, in alternativa, a un ruolo da protagonisti del cinepanettone che quest’anno non ha avuto grandi interpreti”.

Analoga frecciata anche contro l’Osservatore Romano. Secondo Freccero, vedere la Santa Sede che attacca la tv pubblica per quello che è stato solo un inconveniente tecnico, nonostante tutto quello che sia successo con il caso Bertone, apre molti in interrogativi.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *