Bestemmiare su Facebook è reato

16 dicembre 2011 15:171 commento

Che Facebook, il social network ideato da  Mark Zuckerberg sia tra i siti più popolari e cliccati al mondo, lo sapevamo già. Che  sia un mass media veloce, trasparente, innovativo ed economico, anche questa non è sicuramente una novità.

Ma purtroppo, nella galassia dei post di pubblico dominio di gruppi e profili del suddetto social network, spesso non mancano turpiloqui, volgarità, oscenità e finanche bestemmie.

Il sito cattolico http://www.pontifex.roma.it/ ha sollecitato, ai sensi dell’articolo 724 del Codice penale, già modificato dalla sentenza della Corte costituzionale del 1995 e dal decreto legislativo del 1999, il sito Facebook  ad oscurare tutti coloro che non hanno un comportamento ligio e che invece, sovente, postano commenti e link pieni di parolacce e bestemmie, calpestando il codice della netiquette (insieme di regole non scritte che disciplinano il corretto e trasparente comportamento degli utenti in Internet).

I proprietari dei profili su Facebook volgari e blasfemi possono incappare in severe sanzioni pecuniarie (le multe vanno da 51 a 309 euro).

Facebook, come qualsiasi blog o social network, ha in sè una grande carica di novità e di trasparenza comunicativa, ma, purtroppo, come denunciato dalla redazione del sito cattolico, spesso viene utilizzato in maniera sbagliata, fuorviante e volgare.





Tags:

1 commento

  • zaza zazovis

    ma chi e l’idiota che scrive tutte ste scemate sul sito pontifex roma io gli sputo in bocca quante idiozie scrivono…ricordate che facebook e un sito internet e chiunque puo fare quel ke vuole senza aver multe di denaro al massimo si possono segnalare foto ma le multe non hanno senso… !!!

Lascia una risposta