Bimba in coma, sospetti sui genitori

29 dicembre 2011 16:510 commenti

Poche ore fa è giunta all’ospedale di Brescia una bambina di due anni figlia di egiziani residenti a Crema, in provincia di Cremona. Secondo il racconto dei coniugi la piccola sarebbe caduta accidentalmente dalle scale martedì, ma purtroppo la storia non convince perché ci sono una serie di incongruenze.

La bambina presenta lividi su tutto il corpo che non sembrano compatibili con una regolare caduta dalle scale e poi non si spiega la corsa in ospedale a oltre 24 ore dall’accaduto. Secondo le prime ricostruzioni è probabile che la bambina sia stata picchiata selvaggiamente da un genitore o da entrambi durante un raptus di violenza vista la gravità delle sue condizioni di salute, infatti i medici che l’hanno visitata hanno chiamato immediatamente le forze dell’ordine per far luce su questa spiacevole vicenda.


Al momento il commissariato di polizia di Stato di Crema ha deciso di mantenere il massimo riserbo visto che non è stata ancora provata alcuna violenza domestica, anche se il ricovero tardivo potrebbe far pensare che la famiglia ha tentato di curare la bambina a casa per poi decidere di portarla in ospedale notando l’aggravarsi delle sue condizioni. Nel frattempo la bambina è stata ricoverata nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Brescia, dove i medici stanno facendo tutto il possibile per salvarla.






Tags:

Lascia una risposta