Home / News / Bruciati fantocci di Boldrini e Gentiloni

Bruciati fantocci di Boldrini e Gentiloni

Un fantoccio raffigurante la presidente della Camera Laura Boldrini, con tanto di fotografia corredata da slogan contro le politiche migratorie, è stato dato alle fiamme questa sera dal ‘Movimento Giovani Padani’ della Lega, in piazza a Busto Arsizio (Varese). Il simulacro della Boldrini era a bordo della nave “Costa Discordia” in partenza il 4 marzo per l’Africa con al timone Francesco Schettino. Il pupazzo (che di solito ha le sembianze di una strega) era stato caricato su un carro e, come in realtà accade durante tale celebrazione popolare, bruciato in una sorta di segno di passaggio dal vecchio al nuovo, per buon augurio.

Il falò leghista è avvenuto in una piazza della città in provincia di Varese nel giorno in cui una antica tradizione contadina prevede che si bruciasse un fantoccio raffigurante la cosiddetta Gioeubia, una donna anziana che rappresenta la vecchia stagione invernale che ci si lascia alle spalle. L’indagine è volta al momento all’identificazione dei creatori del fantoccio e degli autori del rogo. Si valuterà poi se nei loro confronti siano configurabili ipotesi di reato. Lo rende noto Andrea Crippa coordinatore del Movimento Giovani della Lega. “Il Coordinamento, preso atto di quanto accaduto, provvederà a emanare provvedimenti disciplinari verso i responsabili“.

Loading...