Caduto dal balcone in vacanza torna a casa con un pezzo di cranio in valigia

4 febbraio 2013 15:460 commenti

Incredibile da vero. C’è dell’assurdo nella storia accaduta realmente a Lee Charie, trentaduenne britannico. Mentre stava trascorrendo una vacanza in Thailandia, l’uomo è caduto da un balcone (altezza 7 metri e mezzo). Al suo risveglio in ospedale, l’uomo non ricordava nulla di quanto incredibilmente accadutogli. I medici gli hanno spiegato che il volo occorsogli ha costretto loro ad asportare un pezzo di calotta cranica per diminuire la pressione sul cervello.

Rimettere la testa a posto

Dopo un mese e mezzo trascorso in ospedale, l’uomo ha fatto rientro in Gran Bretagna con lo strano ‘souvenir’ in valigia: la parte mancante del suo teschio, ben conservata in un involucro di polistirolo.

Ora la sua speranza è che in patria i chirurgi siano in grado di ricostruirla.

Alcune foto di Lee, dimostrano chiaramente che gli manca una parte di cervello.

Ancora oggi l’uomo è ricoverato, poiché sottoposto quotidianamente a fisioterapia, esami medici, nonché alla terapia del dolore.

Intanto, i chirurghi sono all’opera per provare ad elaborare un modo per ricostruire la sua calotta cranica. L’idea sarebbe quella di utilizzare l’osso in modo da realizzare uno ‘stampo’ in titanio della parte mancante, riuscendo così a completare la parte mancante del malcapitato Lee

Lascia una risposta