Calciomercato Inter: per Zarate vicino l’addio

2 gennaio 2012 11:200 commenti

Riprendono oggi gli allenamenti dei neroazzurri, ultimi a tornare al lavoro dopo la pausa natalizia. Due gli assenti alla seduta svoltasi alla Pinetina: il ghanese Sulley Muntari che giovedì dovrà rispondere alla chiamata della sua nazionale per l’inizio della Coppa d’Africa, e Mauro Zarate cui la società ha accordato due giorni supplementari di permesso per la nascita di Mia, primogenita dell’attaccante argentino venuta alla luce nelle prime ore del 2012 cui, tramite un comunicato apparso sul sito dell’Inter, hanno dato il benvenuto il Presidente Moratti e tutti i tifosi neroazzurri.

Maurito si unirà alla squadra solo mercoledì ma sarà certamente tra i non convocati per la sfida contro il Parma, match per cui sono in dubbio anche Chivu e Sneijder, da oggi osservati speciali di Ranieri che potrebbe avere a disposizione il romeno già per la sfida contro gli emiliani e vorrebbe a tutti i costi recuperare l’olandese per il derby decisivo contro il Milan.

Osservato speciale per il mercato è invece lo stesso Mauro Zarate, che voci sempre più insistenti danno ormai in partenza da Milano. Le prestazioni poco convincenti della punta argentina pare non abbiano infatti convinto l’Inter a versare nelle casse della Lazio i 15,5 milioni di euro fissati per il riscatto alla fine del prestito accordato nell’agosto scorso. Il divorzio potrebbe materializzarsi già in questo mercato di riparazione, nel quale i neroazzurri proveranno con ogni probabilità a risparmiare parte dei 2,7 milioni da pagare alla Lazio e metà dei 3 milioni di ingaggio, girando in prestito il calciatore ad un altro club di serie A.

Tra questi, maggiore indiziata è la Fiorentina che si è appena privata di Alberto Gilardino, passato al Genoa. Per i toscani nei giorni scorsi si erano già fatti molti nomi tra cui quello di Maxi Lopez del Catania, di Pinilla del Palermo e di Floccari del Parma, ma è possibile che l’arrivo di Zarate non freni le trattative per uno di questi tre, viste anche le caratteristiche tecniche e fisiche dell’ex laziale che non gli consentono certo di ricoprire il ruolo di prima punta.

I soldi risparmiati dalla cessione e dal mancato riscatto di Zarate saranno con ogni probabilità reinvestiti dai neroazzurri in Sudamerica, dove si proverà un nuovo assalto a Lucas, diciannovenne centrocampista del San Paolo, unico calciatore per cui Moratti pare disposto a fare follie, e si tenterà di chiudere per il difensore Juan Jesus, tenendo tuttavia sempre alta l’attenzione su Casemiro, Paulinho e Ralf.

Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta