Calciomercato Juventus: Pizarro sarà il vice-Pirlo?

3 gennaio 2012 11:160 commenti

Parlare del calciomercato juventino, dopo l’approdo a Vinovo di Marco Borriello e l’attesa per Martin Caceres che dovrebbe unirsi al gruppo nel fine settimana, è attualmente parlare soprattutto della necessità dei bianconeri di sfoltire la rosa in esubero e ridurre un monte ingaggi che, attualmente, ostacola nuovi innesti, su tutti quello del romanista David Pizarro. Il regista cileno, con la sua abilità nel dettare i tempi e nel costruire geometrie a centrocampo, è l’alter ego ideale di Andrea Pirlo, parso insostituibile in questa prima parte di stagione. Tra Roma e Juve c’è già un accordo di massima (come per Borriello si tratterebbe di un prestito oneroso) ma, come detto, la prosecuzione della trattativa è subordinata alla realizzazione di almeno una operazione in uscita, visto anche l’ingaggio elevato del metronomo sudamericano che percepisce dalla società capitolina 2 milioni netti a stagione.

Nella lunga lista dei giocatori in uscita, il nome più caldo è attualmente quello di Luca Toni che potrebbe andare a Cesena, ricostruendo la coppia d’attacco con Adrian Mutu, suo compagno di reparto alla Fiorentina. Per l’ex campione del mondo le alternative sono costituite da Parma e Cagliari, ma non mancano richieste dall’estero, in particolare dagli Stati Uniti e dal Brasile. Amauri, persa l’occasione di andare al Genoa che ha preso Alberto Gilardino, sta valutando le proposte provenienti dall’Inghilterra (Tottenham o Fulham) dalla Turchia (Fenerbaçe) e dalla Germania (Wolfsburg) ma l’ipotesi più verosimile è che l’attaccante italo-brasiliano resti in Serie A, andando proprio ad occupare lo spazio vuoto lasciato in viola da Gilardino. Il problema non sembra essere legato tanto all’ingaggio (il calciatore ha aperto alla possibilità di ridursi lo stipendio) quanto alla durata del contratto, che Amauri vorrebbe di almeno 2 anni.

Altro giocatore con le valige pronte è Vincenzo Iaquinta ma, come dichiarato dal suo agente, per l’ex campione del mondo non ci sono al momento novità. Il maggior ostacolo alla partenza dell’attaccante è rappresentato dall’ingaggio (2,7 milioni di euro a stagione) proibitivo per le società (Novara, Udinese, Cesena e Fiorentina) che hanno provato a sondare la percorribilità dell’affare.

Novità potrebbero essere invece all’angolo per Milos Krasic. Il serbo è in ritiro con la squadra a Dubai e pare  si stia impegnando molto per convincere Antonio Conte a dargli una nuova possibilità. La Juventus, intanto, ha escluso l’eventualità di un prestito e lascerebbe partire l’ex Cska solo a titolo definitivo e alla condizione di recuperare il denaro investito per prelevarlo dalla formazione russa (15 milioni di euro). Due i club maggiormente interessati al biondo giocatore di fascia, ossia il Chelsea, che pare abbia avanzato un’offerta molto vicina alle richieste bianconere, ed il Bayern di Monaco, solo negli ultimi giorni inseritosi nell’affare.

Tags:

Lascia una risposta