Home / News / Calderoli Mondiali: bambini viziati pagati milioni

Calderoli Mondiali: bambini viziati pagati milioni

disfatta degli azzurri“Che vergogna gli azzurri, basta stranieri nel nostro campionato, bambini viziati pagati milioni: ridicoli”
Così attacca Calderoli dopo aver visto l’ultimo fallimento della nazionale italiana, ieri, ai mondiali di calcio 2010.

L’Italia va a casa, non è riuscita a superare nemmeno il primo girone.  Dopo la frase del leader Umberto Bossi che ha dato seguito a polemiche “con la Slovacchia, l’Italia si compra la partita”,  oggi è il turno del ministro per la semplificazione, Roberto Calderoli:

“Che vergogna, semplicemente ridicoli. Pagati milioni, gambe di gelatina e fiato corto. Con questa sconfitta si conclude indecorosamente questa via crucis della nazionale, il cui epilogo era comunque scontato” ha commentato.

“Questa prematura eliminazione non è altro che il risultato di una demenziale politica sportiva, che ha portato alla cancellazione dei nostri vivai e che ha fatto sì che a vincere il campionato e la coppa Italia, oltre che la Champions League, sia una squadra che di nostrano non ha neppure l’allenatore”. Ha continuato Calderoli.

L’immagine del CT  azzurro Lippi sulla panchina era un riflesso dell’Italia: il viso pallido e le mani fra i capelli.  “Mi assumo tutte le responsabilità”, così Lippi ha anticipato ogni critica “Perché se una squadra si presenta ad un appuntamento così importante, con il terrore nelle gambe, vuol dire che l’allenatore non ha saputo prepararla a dovere, mi dispiace, mi dispiace per i ragazzi, per la Federazione, per tutti gli italiani.  Mi dispiace da morire chiudere così la mia esperienza con la Nazionale”.

Ha concluso il CT.

Loading...