Campo Rom prende fuoco a Napoli

30 gennaio 2012 10:460 commenti

Ieri sera si è sviluppato un grosso incendio nella periferia nord di Napoli in un campo rom, dove in poco tempo hanno preso fuoco decine di baracche e sono esplose alcune bombole del gas. Tra i gitani si è scatenato il panico, infatti si è verificato un fuggi fuggi generale, anche dopo l’intervento dei Vigili del Fuoco, i quali hanno lavorato fino a tarda notte per concludere le difficili operazioni di spegnimento.

Sono intervenuti sul posto 10 squadre di professionisti, ma il lavoro è stato più difficoltoso del previsto perché il forte vento ha spinto le fiamme nelle vicinanze di diverse fabbriche, dove c’erano i contatori del gas. Dalle baracche sono state portate in salvo una madre e una bimba di pochi mesi, che fortunatamente non hanno avuto bisogno delle cure mediche del personale specializzato.


Altri rom erano intossicati dal fumo provocato dalle fiamme, ma nessuno è stato trasportato in ospedale, anche se una ambulanza del 118 è stata presente fino a quando l’incendio non è stato completamente domato. Dalle ultime informazioni sappiamo che questo è già il secondo rogo che si sviluppa nel campo rom messo in piedi nell’area dell’ex stablimento della Coca-Cola e anche in questa circostanza si ignorano le cause dell’incendio. Secondo gli inquirenti si potrebbe parlare di origine dolosa, visto che il precedente episodio è accaduto solamente quattro giorni fa, infatti sono già stati ascoltati dai Vigili alcuni testimoni, che potrebbero fornire informazioni utili sulla vicenda.






Tags:

Lascia una risposta