Home / Curiosità / Canone RAI 2016: 100 euro in più nella bolletta elettrica

Canone RAI 2016: 100 euro in più nella bolletta elettrica

Costerà 100 euro invece di 113 euro, ma sarà pagato da tutti, perché il canone RAI 2016 sarà incluso direttamente nella bolletta elettrica. Con questa manovra, annunciata da Matteo Renzi domenica scorsa a Lucia Annunziata durante la trasmissione In Mezz’Ora, si tenta così di abbattere l’evasione fiscale e di evitare i mancati pagamenti annuali di una delle tasse più evase – se non la più evasa – dagli italiani. 

Quello che una volta era una semplice tassa sulla tv di Stato e che invece, con il passare del tempo e col silenzio degli italiani, è diventata una tassa sul possesso della tv (e forse anche del pc e del tablet) diventerà quindi obbligatoria per tutti: evaderla non sarà più possibile. Se non si paga il canone RAI 2016, infatti, non si pagherà nemmeno la bolletta elettrica e quindi niente tv né luce.

Il buco nero generato dall’evasione di questa tassa è enorme: il governo Renzi ha pensato bene di metterci una toppa facendo recuperare al Servizio Pubblico anche i mancati introiti degli anni scorsi. E’ infatti vero che il canone RAI 2016 diminuirà di 13 euro, ma è altrettanto vero che non vi saranno più evasori e che quindi nelle casse della RAI entrerà molto di più di quanto previsto e stimato.

Tuttavia sorge una domanda legittima: chi non ha la tv dovrà comunque pagare il canone RAI in bolletta? Ne sapremo di più con il varo della Legge di Stabilità 2016, ma alcuni credono che il canone RAI possa trasformarsi in una tassa anche sul possesso di PC, smartphone e tablet, attraverso i quali è comunque possibile vedere in streaming la RAI. Non c’è ancora nulla di certo, ma chissà: in questo Paese, sopratutto, fatta la legge trovato l’inganno, pertanto chi non ha la tv può ancora sperare di non dover regalare 100 euro a un Servizio Pubblico che non vede e non vuole vedere.