Carta d’identità e tessera sanitaria in una card elettronica unica

7 settembre 2012 12:220 commenti

Oltre al bancomat obbligatorio per pagamenti oltre i 50 euro, tra le novità contenute nel secondo decreto sviluppo del governo Monti figura anche il cosiddetto documento unificato, ossia una carta dotata di chip che rappresenta l’evoluzione della carta d’identità elettronica prevista fin dai tempi delle riforme Bassanini degli anni ’90 (a cui non si è mai arrivati, visto che la stragrande maggioranza dei Comuni rilascia ancora le “vecchie” carte d’identità cartacee). In un’unica card, infatti, si farà confluire la carta d’identità, il codice fiscale, la tessera sanitaria e la carta nazionale dei servizi (per accedere a banche dati e alle prestazioni della pubblica amministrazione). Stando alle prime informazioni, inoltre, la nuova card dovrebbe riuscire ad arrivare a breve, in quanto prevista nell’ambito del processo collegato all’Agenda digitale a cui sta lavorando il ministero dello Sviluppo economico.


Ci sono però ancora alcuni dubbi da risolvere. Tra questi figura la faccenda legata ai costi, in quanto la distribuzione di questo documento unificato a tutti gli italiani, bambini compresi, potrebbe rivelarsi piuttosto onerosa. Si pensa quindi ad una sorta di sbarramento, ad esempio rendendo la card obbligatoria solo sopra i 14 anni di età. Non si esclude inoltre la possibilità che venga chiesto un contributo ai cittadini, in particolare il ministro della PA, Filippo Patroni, ha ipotizzato un costo di 12 euro a carico di ciascun cittadino per ottenere il documento unificato.

Stando alle prime bozze del provvedimento, i cittadini potrebbero essere chiamati a compiere anche un altro nuovo passo verso la digitalizzazione attraverso l’obbligo per il cittadino di dichiarare una propria casella di posta elettronica certificata come proprio domicilio digitale.






Tags:

Lascia una risposta