Ciclista in coma dopo uno scippo a Milano

26 gennaio 2012 09:520 commenti

Ancora un episodio di violenza nella città di Milano. Il grave episodio è accaduto ieri sera intorno alle ore 19: Alessandra Galbadini, 54 anni, è stata scippata in pieno centro a Milano ed è caduta in coma.

La donna stava percorrendo in bicicletta piazza della Repubblica, quando è stata affiancata da due individui in scooter con il volto coperto che hanno cercato di prenderle la borsa contenuta all’interno del cestino. Non si conoscono ancora con esattezza le dinamiche dell’incidente, ma la donna, forse per reagire all’aggressione, o forse semplicemente spaventata, ha perso l’equilibrio ed è caduta ed è stata trascinata sull’asfalto per diversi metri. Mentre lo scooter si allontanava velocemente arrivano i primi soccorsi.


La donna, semicosciente all’arrivo dell’ambulanza, riesce a dare le sue generalità, ma la situazione peggiora velocemente.  Quando viene ricoverataal Policlinico cade in coma a causa del trauma cranico e facciale riportato durante la caduta.

L’episodio è stato ricostruito attraverso la testimonianza di una donna e di un ragazzo che hanno assistito all’incidente. Le auto della polizia sono impegnate nella ricerca dei due aggressori in tutta la città e al momento si cercano di recuperare altri filmati per poterli identificare.

Alessandra Galdabini è un noto imprenditore della città che ricopre l’incarico di direttore generale della Microsys, l’azienda di consulenza informatica che lavora in partnership con la Microsoft. Abita nel centro della città con il marito e le tre figlie, due cani e si è sempre recata al lavoro percorrendo i due chilometri che dividono l’ufficio dalla casa a in bicicletta.






Tags:

Lascia una risposta