Ciclista scippata a Milano esce dal coma

9 febbraio 2012 14:320 commenti

Migliorano le condizioni di salute di Alessandra Galbaldini, la ciclista scippata a gennaio a Milano e caduta in coma. La donna è ancora ricoverata presso il Policlinico in via Sforza del capoluogo lombardo, ma fortunatamente è uscita dal coma: le sue condizioni migliorano e il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano le ha inviato stamattina dei fiori.


La donna, 54 anni, una nota imprenditrice milanese, è vicepresidente della società di consulenza informatica Microsys. Era le 19 circa del 25 gennaio quando la donna stava percorrendo in bicicletta Piazza della Repubblica per tornare a casa. All’improvviso, come riferiscono due testimoni, sarebbe stata affiancata da uno scooter che con due individui che hanno cercato di prenderle la borsa contenuta all’interno del cestino. La donna, spaventata, o nel tentativo di reagire all’aggressione, aveva subito perso l’equilibrio ed era caduta sbattendo il volto sull’asfalto. Nell’incidente era stata trascinata per diversi metri sull’asfalto prima che i due aggressori riuscissero a fuggire.

Al momento dell’arrivo dell’ambulanza la donna era ancora semicosciente, ma trasportata in ospedale, dove le era stato diagnosticato un grave trauma cranico e facciale e poco dopo il ricovero, era entrata nello stato di coma, durato 15 giorni. La donna, che abita nel centro della città con il marito e le tre figlie, ha sempre utilizzato la bicicletta per recarsi al lavoro. Ma per fortuna la sua brutta avventura si sta risolvendo nel migliore dei modi. Al momento la polizia è ancora impegnata nelle ricerche dei due aggressori.






Tags:

Lascia una risposta