Circolazione treni locali a rischio nel 2013

12 giugno 2012 10:160 commenti

Dal 2013 molti treni locali potrebbero essere soppressi. A lanciare l’allarme è stato dall’a.d. di Trenitalia Mauro Moretti che, nel corso di convegno all’università Bocconi di Milano, ha parlato di mancanza di fondi: l’anno prossimo, in caso di mancato bilancio alcuni treni regionali potrebbero essere soppressi.

Moretti è consapevole che le Ferrovie potrebbero essere denunciate per interruzione di servizio, ma d’altra parte il rischio è più che concreto. Insomma mancano i fondi e a farne le spese per pareggiare il bilancio saranno sempre i cittadini, considerato che i treni regionali vengono utilizzati dai pendolari nei loro spostamenti quotidiani per raggiungere il posto di lavoro. Il trasporto regionale di rotaia sembra essere il meno vantaggioso per l’azienda che ricava in media un guadagno di 10,8 centesimi di euro a passeggero al km rispetto ai 17,2 centesimi di euro per il trasporto su gomma. Diversa la situazione in Germania che ricava per passeggero 20 centesimi per chi per ogni passeggero e in Inghilterra che ricava addirittura dai 33 ai 42 centesimi chilometro per passeggero.


ALTROCONSUMO SEGNALA TRENITALIA ALL’ANTITRUST

In merito alla possibilità, alquanto tragica, presentata da Moretti, si inserisce anche la proposta di Ntv di Montezemolo e Della Valle che si dicono pronti a partecipare alle gare per i treni regionali solo nel caso in cui saranno eque. L’amministratore di Ntv Giuseppe Sciarrone nega però che la società possa rimpiazzare Trenitalia se il servizio regionale dovesse essere effettivamente interrotto. Condizione necessaria e sufficiente per poter eventualmente partecipare alle gare è la presenza di fondi.






Tags:

Lascia una risposta