Comincia il processo sul delitto di Avetrana

9 gennaio 2012 07:360 commenti

Domani, 10 gennaio 2012, partirà finalmente il processo che vede imputate Sabrina Misseri e Cosima Serrano per il delitto della piccola Sarah Scazzi, massacrata barbaramente il 26 agosto scorso. Le due donne continuano a professarsi innocenti, infatti la cugina continua a ripetere tra le lacrime che non avrebbe mai fatto del male alla vittima e che probabilmente l’assassino è ancora in libertà.

Sull’altro fronte troviamo Michele Misseri, padre e marito delle due imputate, il quale continua a professarsi colpevole specificando che proprio a causa sua due persone innocenti si trovano in prigione a scontare una colpa che non hanno commesso. Il processo vedrà alternarsi circa 300 testimoni, ma la cosa bizzarra è che sostituto procuratore Mariano Buccoliero ha deciso di non voler ascoltare il racconto di Misseri perché ormai ha perso credibilità, mentre l’uomo sarà il primo teste di rilievo che la difesa di Sabrina e Cosima.


Uno dei punti cardine dell’indagine sarà il “sogno” del fioraio Buccolieri secondo il quale le due donne di casa Misseri avrebbero rapito la piccola Sarah, caricata sulla macchina e in seguito uccisa tra le mura domestiche, mentre il secondo aspetto da considerare sono proprio le parole di “Zio Michele”, infatti il 5 ottobre 2010 l’uomo aveva ripetuto frasi come “io li scoprirò” e “io non li credo”. Nel frattempo il professor Coppi spera che questa volta la Corte di Assise possa valutare con la dovuta obiettività l’intera vicenda, dal momento che la Corte di Cassazione ha annullato per due volte di fila i provvedimenti cautelari per mancanza di indizi nei confronti di Sabrina Misseri.






Tags:

Lascia una risposta