Concerto 99 Posse a Cremona: il sindaco non li vuole, la Questura si

Alla fine pare che il concerto a Cremona dei 99 Posse si farà ma non si placano le polemiche in seguito agli ultimi eventi che hanno coinvolto indirettamente la band napoletana. Dopo gli scontri in città tra i militanti di Casa Pound e gli attivisti del Centro sociale Dordoni sulla pagina Facebook del gruppo era apparsa la scritta “Onore a chi lotta, più bastoni meno tastiere”.

Il riferimento, che voleva essere un messaggio di solidarietà e vicinanza ad Emilio Visigalli, ferito durante gli scontri da gruppi fascisti, è stato letto da molti come un inno alla violenza. Tra coloro che non hanno gradito il tono del post anche il sindaco di Cremona Gianluca Galimberti che, per tutta risposta, aveva cancellato l’evento live dei 99 Posse. Il centro sociale Dordoni però ha fatto richiesta in questura: domanda accolta, il concerto si farà. I 99 Posse si esibiranno in uno spazio privato e quindi, si legge nell’autorizzazione, non sussistono motivi di ordine pubblico per impedirne lo svolgimento. Intanto i cantanti non fanno attendere la rispsota a coloro che li hanno accusati nelle ultime ore di spingere i fan alla violenza:
«La violenza l’ha subita Emilio» . «Quella frase significa solo: meno saccenteria in rete, assolutamente sterile, e più partecipazione alla lotta democratica contro il fascismo» ha aggiunto Rosario Dello Iacovo agente storico dei ’99 Posse’ nonché autore di alcuni loro testi e tra gli amministratori dei canali social ufficiali della band.
Dello Jacovo ha concluso invitando l’opinione pubblica a non soffermarsi alle parole della band ma ad occuparsi più da vicino della vicenda in sè: «Il Fascismo è anticostituzionale, ma continua ad esistere in tutta tranquillità e mi riferisco ai gruppi di fascisti del terzo millennio, che aggrediscono omosessuali, neri e così via», afferma il manager. Gli incassi del concerto che si terrà il 29 gennaio a Cremona, proprio nel centro sociale Dordoni, serviranno a pagare le cure della vittima della violenza di Casa Pound. Intanto in città non si placano le polemiche per la violenza dei centri sociali che alcuni giorni fa hanno devastato il centro di Cremona durante una manifestazione per chiedere la chiusura di Casa Pound.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *