Home / News / Condannato a morte

Condannato a morte

Ohio Execution

Nel 1984 la sentenza per Romell Broom fu la pena di morte, condanna inflittagli per  stupro e omicidio.

Il suo castigo è arrivato, i medici incaricati dell’esecuzione hanno tentato per più di due ore di trovargli una vena per iniettare il liquido letale e sono stati aiutati dallo stesso Broom.


E’ una scena surreale, un condannato a morte che aiuta i suoi esecutori ad essere giustiziato.

Romell Broom nero di 53 anni, era stato condannato alla pena capitale per aver stuprato e ucciso una ragazzina di appena 14 anni Tryna Middleton, l’esecuzione è tentata martedì nel carcere di Lucasville, con una triplice iniezione mortale per via endovena.

Romell Broom ha sempre proclamato la sua innocenza, ma ha sempre cooperato con i medici al fine di procedere e concludere la sua sentenza, nonostante questi gli avessero proposto una pausa a causa delle difficoltà che incontravano nell’iniettare la dose fatale.

Con le lacrime agli occhi ha detto: concludete.

Dopo circa 3 ore e mezza, la squadra medica fa un nuovo tentativo, questa volta provano ad iniettare il veleno nelle gambe del detenuto, ma dopo altre ore di tentativi il direttore della prigione chiede di rinviare la sentenza.

Romell Broom è di nuovo nel braccio della morte la sua condanna a morte è stata rinviata alla settimana successiva.

L’Ohio, a differenza di altri stati in cui è praticata la condanna a morte, non dispone di metodi alternativi per procedere all’esecuzione capitale.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *