Home / News / Condannato dittatore argentino

Condannato dittatore argentino

Reynaldo BignoneReynaldo Bignone, 82 anni, l’ultimo presidente della dittatura argentina, è accusato della scomparsa di 30.000 persone e di 500 bambini. 

Il tribunale di San Martin, alla periferia di Buenos Aires ha condannato a 25 anni di carcere Reynaldo Bignone, il dittatore argentino,  per crimini commessi contro l’umanità dal 1976 al 1983. 

Bignone è stato rinchiuso in carcere e non gli sono stati concessi gli arresti domiciliari. Le atrocità furono commesse nella tristemente famosa base militare di Campo de Mayo, all’estrema periferia della capitale, il maggior centro di torture e di eccidi del Paese durante il periodo della sua dittatura. 

Oltre alla sparizione di oltre 30.000 persone, scomparvero circa 500 neonati, le cui madri furono costrette a partorire nei centri di detenzione segreti. 

Inoltre, il Tribunale federale ha anche emesso condanne per altri sei imputati, ex militari,  Santiago Omar Riverso e Fernando Verplaetsen (25 anni di reclusione), Carlos Tepedino (20 anni), Jorge Garcia ed Eugenio Guañabens Perelló (18 e 17, rispettivamente), mentre è stato assolto l’ex poliziotto Germain Montenegro.

La decisione  è stata applaudita dai parenti dei desaparecidos, che hanno assistito alla lettura del verdetto. 

“Siamo felici perché dopo tanto tempo giustizia è stata fatta”.

Loading...