Congedo di paternità obbligatorio

31 gennaio 2012 09:480 commenti

Ieri sera Elsa Fornero, ministro del Welfare, è intervenuta a Otto e mezzo per parlare della possibilità di rendere obbligatorio il congedo di paternità, con lo scopo di superare la resistenza a superare il divario culturale del Paese, dal momento che le donne sono sempre penalizzate da un punto di vista lavorativo. Il ministro ha detto di essere estremamente contraria a queste forme di obbligatorietà, ma ha anche speso importanti parole sulle riforme del lavoro spiegando l’importanza del dialogo tra le parti sociali per ottenere una riforma incisiva.


Per la Fornero l’articolo 18 non deve rappresentare un tabù, infatti bisognerebbe aggiungere qualche norma che regoli in maniera diversa le cause di lavoro e proporre nuovi tipi di contratti che possano invogliare il datore di lavoro ad assumere.

Il ministro afferma che in questo momento bisogna fare più tentativi per capire la soluzione più valida per ridurre la disoccupazione, ma che è anche necessario eliminare “la giungla di contratti che ora sono in vigore in Italia“, perché molto spesso le aziende usano forme contrattuali flessibili per pagare meno il lavoratore, quindi bisogna rendere più costosa la flessibilità per le imprese. Tra le tante possibilita’ in discussione per combattere il precariato, secondo alcune indiscrezioni, c’e’ quella di rendere obbligatoria l’assunzione del singolo lavoratore dopo tre anni di contratti a termine (quindi a tempo determinato) con la stessa azienda incentivando fiscalmente quest’ultima a rendere stabile il singolo posto di lavoro.






Tags:

Lascia una risposta