Coniugi massacrati a Macerata, trovate le impronte dei killer

1 ottobre 2012 14:250 commenti

Impronte di scarpe e la traccia di uno pneumatico in cortile: sono queste le tracce lasciate dal killer o dai killer che ieri mattina hanno aggredito e brutalmente ucciso a colpi di coltello la coppia di anziani coniugi a Montelupone, in provincia di Macerata.

I carabinieri del Racis, del Reparto operativo di Macerata e della Compagnia di Civitanova Marche hanno lavorato ieri sera, oltre la mezzanotte, per fissare lo scenario del delitto e raccogliere le tracce.

Paolo Marconi, 83 anni, e Ada Cerquetti, 73 sono stati letteralmente massacrati nel loro isolato casolare di contrada Fonte Ianni. Gli investigatori pensano che si sia trattato di un tentativo di rapina finito male: prima della fuga gli assassini avevano anche cercato di dare fuoco alla casa, per cancellare ogni traccia, ma l’incendio si è spento da sé. Secondo le prime ricostruzioni, che dovranno essere confermate dall’autopsia effettuata dal medico legale, la coppia sarebbe stata aggredita fra le 5 e le 8 di ieri mattina.

I due coniugi sarebbero stati aggrediti da una o più persone con brutale violenza. Il primo ad essere stato colpito sui gradini della porta di casa e aggredito con un bastone dietro la schiena, sarebbe stato proprio l’uomo. La moglie avrebbe cercato di difendersi dal suo aggressore, ma sarebbe stata colpita da una serie di coltellate al torace e al collo. A notare il corpo dell’uomo senza vita è stato un cacciatore di passaggio che ha subito allertato i carabinieri, poi sono state avvertire le figlie della coppia.

Secondo gli investigatori l’atroce delitto sarebbe l’opera di un “balordo, comunque gente disperata, a caccia di un po’ di soldi e pronta a tutto”. L’ipotesi sembra trovare credito visto che il tenore di vita dello coppia è sempre stato molto semplice e nel circondario, già lo scorso gennaio e lo scorso maggio, due casolari abitati da anziane donne sole erano state assaltati da diversi rapinatori. 

Tags:

Lascia una risposta