Contestazioni a Fini, difeso da donna Almirante

6 novembre 2012 17:040 commentiDi:

Donna Assunta Almirante, moglie del fondatore del Movimento Sociale Italiano, partito di cui è stato segretario Pino Rauti, ha dichiarato di avere difeso ieri il Presidente della camera Gianfranco Fini dall’assalto di alcuni malintenzionati.

Ieri, al funerale dell’ex leader dell’MSI, il Presidente della Camera era stato costretto a lasciare anzitempo la cerimonia funebre ed uscire scortato dai guardaspalle da una porta posteriore. Ecco cosa ha affermato donna Almirante:

C’erano dei cori che si sovrapponevano. “Fuori! Fuori!”… Poi ho sentito “Badoglio! Badoglio!”… Ma anche “Traditore!”… La situazione s’è fatta pesante.

E poi:

È stata una cosa improvvisa… Ad un certo punto ho sentito urla e fischi… Mi sono voltata, ho sbirciato, ma c’era solo una gran folla che ondeggiava. Le urla però diventavano sempre più distinte.

E ancora:

Beh, anche Mantovano era incredulo, interdetto… Poi però, di colpo, vedo spuntare la faccia di Fini. Bianco, teso… Ce l’avevano con lui, e lui veniva avanti tra spinte e insulti e un mulinare di pugni. Ho pensato: devo fare qualcosa. Era impallidito, l’ho difeso con l’ombrello. Mi sono alzata e gli ho ceduto la sedia. Esatto! Una signora come me che si alza e cede il posto a Fini! Ma, davvero, era l’unico modo per proteggerlo. Perché io non sono rispettata, io sono letteralmente adorata dal mondo dei camerati. Mi basta uno sguardo, e li fermo.

Tags:

Lascia una risposta