Continua la protesta dei tassisti

17 gennaio 2012 16:420 commenti

Oggi i tassisti provenienti da tutt’Italia si sono radunati davanti al Circo Massimo, a Roma mentre aspettavano l’esito dell’incontro tra il governo e le organizzazioni sindacali della categoria sul difficile argomento delle liberalizzazioni. Sul luogo erano presenti Carabinieri, forze di Polizia e vigili urbani, che hanno cercato di mantenere l’ordine durante la manifestazione, anche se in molte altre piazze italiane è scattata una contestazione più violenta.

L’Arena del Circo Massimo è un luogo particolarmente caro ai conducenti di auto bianche, infatti è stato scelto come centro di protesta anche nel 2005 e nel 2007, sempre in tema di liberalizzazioni del servizio. Purtroppo i giornali dicono che si sono verificati atti di estrema intolleranza nei confronti di tutti i tassisti che hanno deciso di non aderire allo sciopero, infatti sono volati calci e pugni contro le portiere delle auto che hanno prestato servizio durante questa giornata.

La delegazione dei tassisti provenienti da Napoli sono stati i più intransigenti, infatti hanno riservato fischi e urla di disapprovazione contro tutti i colleghi che hanno deciso di lavorare, mentre i classici carri trainati da cavalli che accompagnano i turisti sono stati accolti in via del Corso con applausi e apprezzamenti. Un tassista fermato al Circo Massimo è d’accordo con la protesta e a chi li accusa di essere una lobby ricorda che il loro è un lavoro duro, fatto di grandi rinunce e che per questo va tutelato. Un recente sondaggio riporta che i tassisti giunti sul posto sono oltre un migliaio e che nella maggior parte arrivano direttamente da Napoli, così come cita lo striscione esposto in Via dell’Ara Massima di Ercole, firmato Taxi Napoli.

Tags:

Lascia una risposta