Corea posta su youtube video in cui viene simulato un attacco agli Usa

5 febbraio 2013 16:120 commenti

Nel video di cui vi parliamo si vede una città che ricorda moltissimo New York venire devastata da fiamme ed esplosioni, frutto di un attacco missilistico.

Il video è stato realizzato dalla Corea del Nord, nell’imminenza di un test nucleare, per poi essere postato il 2 febbraio su YouTube nonché all’interno del famoso sito Uriminzokkiri, uno tra i più utilizzato dal regime per diffondere la propaganda all’estero.

Attacco simulato

Il cortometraggio, comprensivo di animazione e immagini reali, dura nel complesso più di 3 minuti. Nell’incipit si vede un giovane che sta sognando. Nel sogno costei si ritrova su un razzo stilizzato e uguale a quello lanciato il 12 dicembre da Pyongyang, ufficialmente  con l’intenzione “di mandare in orbita un satellite di osservazione terrestre”.

La ragazza è dunque a bordo di un vettore che sorvola diversi Paesi, compresa una Corea unificata senza piu’ Nord e Sud divise all’altezza del 38/mo parallelo, per  poi raggiungere la Grande Mela. Non si può dire, in verità, che si tratti di New York con certezza. Nel video, però, è ben chiaro che si tratti di una città con bandiere americane e grattacieli distrutti da esplosioni e fiamme.


New York distrutta a suon di pop

La colonna sonora, fatto curioso, è  quella di ‘We Are the World’, composta e cantata dalle più grandi stelle statunitensi nel 1985 in una iniziativa umanitaria a favore dell’Africa.

Sul finire del video compaiono alcune scritte in coreano: “Da qualche negli Stati Uniti (definiti di recente da Pyongyang il “nemico giurato”, ndr) nuvole di fumo nero si levano verso il cielo”, dice la leggenda. “Sembra che il nido di crudelta’ sia vittima di un incendio”.

Il giovane si sveglia con la certezza che prima o poi il suo sogno diventerà realtà.

La Corea del Nord, in risposta alla stretta delle sanzioni decise lo scorso mese dal Consiglio di Sicurezza dell’Onu, ha dichiarato poche settimane fa che sta sperimentando un nuovo test nucleare di “piu’ alto livello”, che si ritiene ora pronto all’uso e che dovrebbe consistere in piu’ esplosioni in rapida successioni finalizzate a produrre ordigni piu’ piccoli da montare su missili.

Si tratterebbe comunque della terza prova, forse con uranio arricchito, invece del plutonio usato nel 2006 e nel 2009.






Tags:

Lascia una risposta