Cosa cambia con il decreto sanità del ministro Balduzzi

6 settembre 2012 08:520 commenti

La mini riforma della sanità contenuta nel cosiddetto “decretone” del ministro Balduzzi è stata approvata ieri durante una riunione del Consiglio dei ministri durata oltre sei ore. Di seguito riassumiamo in breve le principali novità che verranno introdotte nel sistema sanitario italiano.

Medici di famiglia 24 ore su 24: al fine di ridurre il numero di persone che si recano al pronto soccorso per patologie o disturbi curabili in ambulatorio, i medici di famiglia saranno disponibili a tutte le ore e tutti i giorni della settimana, festivi compresi, in dei “super ambulatori” in cui si alterneranno con gli altri medici di base che operano sul medesimo territorio. In  tali ambulatori saranno presenti anche strumentazioni di base per eseguire prime analisi e accertamenti diagnostici semplici.

Novità per medici ospedalieri: non sarà più consentito loro di effettuare visite private, sia in clinica che in studio, a meno che ciò non lavorino in rete con la propria Asl, una misura destinata ad evitare che l’attività privata contribuisca a far allungare le liste d’attesa. Per contrastare fenomeni elusivi sarà inoltre vietato saldare la parcella con denaro contante.

Farmaci: sono state reintrodotte le norme che velocizzano l’immissione in commercio dei farmaci omeopatici; il 30 giugno 2013 verranno tagliati dall’elenco dei prodotti rimborsabili i medicinali terapeuticamente superati, quelli di non dimostrata efficacia e quelli di costo incongruo; sono state semplificate le procedure per avviare la sperimentazione di nuovi farmaci; sono state reinserite le disposizioni che danno certezza sui tempi di rimborso per i danni da emoderivati.


Videopoker: al fine di contrastare la ludopatia, è stato reintrodotto il divieto di installare i videogiochi in prossimità di luoghi frequentati da minori, strutture sanitarie e luoghi di culto, anche se la distanza minima è stata dimezzata a 200 metri. La pubblicità di giochi e scommesse d’azzardo sarà vietata venti minuti prima e dopo la fascia protetta (prevista dalle 16 alle 19,30), nella stampa destinata agli under 18, nelle sale cinematografiche che proiettano film per ragazzi e sui mezzi pubblici.

Latte crudo e cibi per bebé: è stata eliminata la tassa sulle bollicine ma al contempo è stato introdotto il divieto di latte crudo nelle mense. I cibi per bebè, gli integratori e gli alimenti dietetici potranno essere prodotti solo in stabilimenti autorizzati dal ministero delle Salute.

Nomine direttori generali delle Asl: dovrà essere predisposto un un elenco degli idonei alla carica di direttore generale della Asl, composto obbligatoriamente da nominativi di persone in possesso di una laurea magistrale e di un’esperienza almeno quinquennale di dirigenza in sanità.

Sport: previsto l’obbligo di un certificato medico di idoneità per chi va in palestra o fa sport a livello amatoriale, mentre le società sportive professionistiche e non dovranno dotarsi di defibrillatori e altri dispositivi salvavita.

Responsabilità dei medici:  per ridurre il numero di cause legali, ai medici che si siano attenuti ai protocolli diagnostici e terapeutici si potrà fare causa solo in caso di colpa grave o dolo.

 






Tags:

Lascia una risposta