Costa Concordia, 11mila euro ai superstiti

27 gennaio 2012 12:460 commenti

Dopo aver ampiamente parlato del naufragio del Costa Concordia, ecco arrivare le prime notizie riguardo al rimborso pattuito dalla compagnia di navigazione per i superstiti della tragedia, avvenuta lo scorso 14 gennaio. Dalle prime informazioni sappiamo che le Associazioni nazionali dei consumatori e la compagnia Costa Crociere hanno indicato un rimborso forfettario di 11mila euro per ciascun superstite a titolo di indennizzo, visto che a causa del naufragio gli ospiti hanno perso tutto quello che avevano portato a bordo della nave.


Astoi (Associazione di Categoria dei Tour Operator Italiani) ha diffuso una nota in cui spiega che la cifra è superiore ai limiti risarcitori previsti dalle convenzioni internazionali e dalle leggi vigenti e che tale importo sarà elargito a tutti i passeggeri, senza nessuna distinzione d’età, inoltre la Compagnia si impegnerà a restituire tutti i beni chiusi in cassaforte, laddove sia possibile il recupero. Purtroppo però ci sono state nuove polemiche a riguardo, infatti Codacons considera l’importo previsto “un’elemosina da non accettare“, perché non è giusto risarcire tutti i passeggeri nello stesso modo, infatti Carlo Rienzi, presidente dell’associazione, ha spiegato che bisognerebbe valutare in modo differente coloro che hanno subito danni fisici da chi non ha lesioni fisiche tangibili.

Codacons consiglia ai passeggeri di sottoporsi a visite mediche specifiche per verificare lo stress psicofisico subito ed eventuali effetti psichici permanenti, che darebbero loro diritto a risarcimenti ben superiori e che quindi non bisognerebbe accettare l’accordo proposto. Pietro Giordano, segretario generale Adiconsum, invece cerca di tranquillizzare gli animi dicendo che in realtà il rimborso arriverà anche a 14-15mila euro, perchè oltre all’indennizzo verrà rimborsato il costo della vacanza, il rimborso totale delle spese di viaggio ed eventuali spese mediche.






Tags:

Lascia una risposta