Costa Concordia, identificata un’altra vittima

1 febbraio 2012 14:530 commenti

Dopo il naufragio del Costa Concordia, i sommozzatori stanno cercando da giorni i corpi senza vita delle persone che non sono riuscite a scappare e che compaiono ancora nella lista dei dispersi. La compagnia di Grosseto ha rilasciato un comunicato stampa in cui dice di aver identificato uno dei corpi rinvenuto nelle scorse ore. Si tratta di Siglinde Stumpf, una cittadina tedesca, che con il suo ritrovamento fa salire il  numero dei morti accertati a diciassette, mentre i dispersi sono ancora quindici.


Ieri pomeriggio intorno alle 15 è stata annunciata la sospensione definitiva delle ricerche nella parte sommersa della nave per motivi di sicurezza, infatti la Protezione Civile sta continuando a cercare i dispersi nella parte emersa e in mare, in prossimità del relitto. Questo pomeriggio un gruppo di sei ricercatori dell’ Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale inizieranno a lavorare alla mappatura del fondale, grazie ad un particolare sistema che sfrutta le onde sonore ad altissima frequenza che riprodurranno una mappa in tre dimensioni, indispensabile per valutare la resistenza delle rocce al peso del relitto.

Sempre questo pomeriggio operai specializzati della Smit Salvage dovrebbero iniziare le operazioni di recupero delle 2.400 tonnellate di carburante contenute ancora nelle nave, mentre dal punto di vista giudiziario ieri è stato ascoltato per otto ore consecutive Roberto Ferrarini, il responsabile dell’unità di crisi della Costa Crociere, per capire che cosa è realmente accaduto quella sera del 13 gennaio vicino all’isola del Giglio.






Tags:

Lascia una risposta